Crea sito

Tu sei qui

Vaccinare: Una scelta di salute e un dovere civico

Locandina Conferenza Vaccini

Negli ultimi anni ha cominciato a diffondersi con sempre maggiore insistenza e successo la convinzione che le vaccinazioni non siano una procedura fondamentalmente innocua e di grande utilità per la salute individuale e sociale, ma che la procedura vaccinale, a detta di alcuni, non sia priva di rischi per la salute dei soggetti che vi si sottopongono, potendo essere causa di complicazioni e malattie anche molto gravi; ulteriore preoccupazione è il fatto che non pochi tra i medici non solo non danno l’esempio vaccinandosi, ma talvolta colpevolmente sconsigliano la vaccinazione sulla base di convinzioni non suffragate da evidenze scientifiche.
Questi dubbi sono insorti a partire dalla pubblicazione su una prestigiosa e autorevole rivista medica scientifica internazionale di un articolo che associava alla vaccinazione effettuata nei bambini l’insorgenza di una grave patologia neurologica quale l’autismo. Malgrado tale articolo sia stato successivamente smentito e ritirato dalla rivista, malgrado il medico che ne era autore sia stato riconosciuto colpevole di avere alterato i dati per interessi personali modificando i risultati della ricerca e per questo sia stato condannato da un tribunale e sia stato radiato dall’Ordine dei Medici del suo paese, la menzogna da lui raccontata ha lasciato il segno e ancor oggi circola la convinzione che le vaccinazioni possano essere pericolose.
Ciò ha provocato una riduzione del numero delle persone immunizzate, riducendo quella protezione collettiva che permetteva anche a individui che, per motivi di salute non si possono vaccinare, di evitare di entrare in contatto con agenti patogeni pericolosi e potenzialmente letali.
La conferenza, tenuta da uno dei più autorevoli esperti nazionali e internazionali di microbiologia e virologia, vuole fare chiarezza sulla questione, mostrando come invece la pratica vaccinale sia stata una delle più grandi conquiste della medicina e sia una delle basi del miglioramento della qualità della vita di cui tutti godiamo.
L’incontro è aperto al pubblico che potrà intervenire al termine ponendo domande al relatore.
La durata totale prevista è di circa due ore.

Tags: