Crea sito

Tu sei qui

(R)Estate a leggere

Il periodo estivo è specialissimo per dedicarsi alla lettura, atteso il periodo di pausa dovuto alle vacanze. Quest'anno c'è un motivo in più per approfondire la letteratura ateo-agnostica e lo diciamo con un certo orgoglio. Ci riferiamo alla nascita di Nessun Dogma, la nuova casa editrice dell'UAAR, un progetto ardito, quasi temerario, in tempi di crisi, come si suole dire. Sono, finora, usciti sei titoli: Il pensiero rimane di Martino Rizzotti, che raccoglie i contributi più significativi del fondatore della nostra associazione di cui, il nostro circolo, quest'anno ha commemorato proprio qui a Padova il decennale della morte. Sempre in chiave laico-razionalista il volume I figli illegittimi di Darwin di Angelo Abbondandolo, che chiarisce meriti dell'evoluzionismo e demeriti di chi vi ha illegittimamente fatto risalire dottrine sociologiche come il socialdarwinismo. Più in linea con il classico pensiero ateo l'inedito La necessità dell'ateismo, esordio filosofico del poeta Percy B. Shelley e i primi tre monumentali volumi de L'ateismo e la sua storia in Occidente di Fritz Mauthner, poderosa storia della miscredenza, tradotta, altro motivo di orgoglio, da un decano del circolo UAAR di Padova, il prof. Luciano Franceschetti, che ha voluto anche dedicare una serata ad introdurla nei nostri incontri del mercoledì alla Guizza. Franceschetti è noto anche per avere tradotto alcuni volumi della Storia criminale del Cristianesimo, di Karlheinz Deschner, di cui in questi giorni è uscito l'ultimo tomo in Germania (complimenti anche al prof. Deschner che all'alba dei quasi 90 anni non ha smesso di appassionarsi per mettere a nudo tanta storia “omessa” riguardante il cristianesimo e le sue chiese).
Ora di leggere, dunque. E' possibile richiedere direttamente questi libri al nostro Circolo, magari chiedendo la bibliografia di altri testi ateo-agnostici disponibili per i nostri soci. Ai quali diamo appuntamento il 3 settembre prossimo, alle ore 21, per la consueta riunione nella nostra nuova sede di via Tripoli 3 a Padova, uffici del Quartiere 5 Sud Ovest durante la quale ci confronteremo per la programmazione delle iniziative da fare dall'autunno in poi. Per intanto, mentre aspettiamo che il sindaco Zanonato abbia la creanza di rispondere alla lettera che trovate in Primo Piano su questo sito, sulle ingiustificate prebende alle parrocchie in tempi di ristrettezze, ci potete ancora vedere con i nostri banchetti in qualche festa di partito. In quello del partito di maggioranza relativa a Padova, prossima ad essere allestita. Forse. Se la nostra presenza non risulterà troppo ingombrante all'anima cattolica, maggioritaria, che vede come fumo negli occhi le nostre battaglie di laicità e a favore dei diritti delle persone. Vedremo. Qualcuno dirà: ma perché andare dove non siete graditi? Ci pare di ricordare che qualcuno abbia detto che sono “i malati ad avere bisogno del medico”. E ad avere deficit di laicità, in questo Paese sono in molti. Non cesseremo di ricordarlo.
Buone vacanze. Anche questo editoriale si... riposa un po' ad agosto.