Crea sito

Tu sei qui

11 Giugno. L’importanza di esserci

Anche quest’anno motivo di soddisfazione è per il nostro circolo essersi confermato per numero di iscritti tra i primi a livello nazionale. In ragione del raggiungimento di questo obiettivo, abbiamo pensato di arricchire la tradizionale assemblea annuale dei soci, in programma l’11 giugno prossimo, dando ad essa un carattere più festaiolo del solito: la festa del socio, appunto.
Così, questo importante appuntamento, occasione unica per gli iscritti di esprimere con il voto il senso di partecipazione ad un’associazione in continua crescita, si svolgerà con un'appendice culinaria inedita, una cena magrebina preparata da un vero e proprio maestro della cucina mediterranea (potete sin da subito dare la vostra conferma di partecipazione telefonando al circolo al num. 3772106765). L’impronta conviviale della giornata non deve oscurare l’importanza dell'assemblea. I soci quest’anno oltre ad eleggere il nuovo coordinatore e il nuovo cassiere di circolo, saranno chiamati anche ad esprimere un attivo con più componenti, organismo di direzione collegiale la cui istituzione è stata deliberata nell’ultimo Congresso nazionale, con il quale si intende articolare, per aree di interesse, il lavoro dei soci attivi. In soldoni, ciò significa maggiore democraticità nelle decisioni, migliore coordinamento nelle scelte di indirizzo per l’efficacia delle nostre iniziative e, ci auguriamo fortemente, la possibilità di vedere accresciuta la partecipazione, con energie nuove che portano avanti nuove proposte.
Insomma, come soci attivi, non ci basta più una “delega in bianco” da parte degli iscritti. Sappiamo che per molti di loro è impossibile partecipare con continuità alla vita del circolo (ma non sanno cosa si perdono.... in fondo ci si diverte anche...). Ci permettiamo di ricordare a tutti gli altri che anche una collaborazione saltuaria, ad “eventum”, ci sgraverebbe di qualche onere. Il Darwin Day, le serate a tema in sede, il Cinema (quest’anno è partita la prima rassegna con un ottimo riscontro di pubblico), i banchetti (in questi giorni siamo alla festa ASU in golena san Massimo), lo sbattezzo, le conferenze pubbliche, la campagna occhiopermille, l'aggiornamento del sito web, ecc. sono tutti appuntamenti che vorremmo mantenere e magari incrementare. Ma dipende anche dal sostegno che ci viene dal "capitale umano”. Perché, diciamola tutta, siamo un' associazione di promozione sociale riconosciuta ma non ci occupiamo esattamente di lotta al cancro e di infanzia abbandonata, incassando consensi trasversali e aiuti in tutti i canali. Siamo fastidiosi, anti-estetici, denunciamo cose che politici e chiese non vogliono sentirsi dire, e non è mai facile trovare spazi e possibilità di intervento. Continuare a sperare che questo possa essere un paese laico, quindi democratico, dipende anche da te. Se vuoi darci una mano. Non possiamo fare festa l’11 giugno senza…il protagonista.
PD 30/05/2011