Crea sito

Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti
Circolo di Padova
Newsletter n. 3/2011

 

Sommario

  1. Darwin Day 2011

  2. Direttive anticipate

  3. Compagnia delle Opere

  4. Questione di ore

  5. L'Ateo

  6. Ingerenze e bunga bunga

  7. Il buco e la voragine

  8. Carnevale di maggio

  9. Concorso scolastico

  10. La forza della fede

  11. Suicidio omeopatico

  12. Aprire la mente 2

  13. Araldica




1 – Darwin Day 2011
Il circolo di Padova, in occasione del Darwin Day 2011, organizza una conferenza di divulgazione scientifica alla sala Polivalente di via Diego Valeri. Interverrà il prof. Alessandro Minelli, del Dipartimento di Biologia dell'Università di Padova: "Evoluzione e sviluppo: il divenire delle forme viventi". L'appuntamento è per domenica 13 febbraio alle ore 11,00. Contiamo di vedervi numerosi.
La locandina: http://tinyurl.com/5rcxjfq
Nell'occasione sarà possibile provvedere al versamento della quota associativa per l'anno in corso.
Al momento mancano una novantina di rinnovi rispetto al dato complessivo degli ultimi tre anni! Forza e coraggio!

2 – Direttive anticipate
Dopo Napoli, Torino e Roma anche a Padova la piccola comunità valdese-metodista si è fatta in proprio promotrice di un registro per le direttive anticipate di trattamento: http://tinyurl.com/6dpgn3z
L'iniziativa partirà a fine mese, in forma gratuita. Basterà contattare la pastora Caterina Griffante:
http://tinyurl.com/5uab628 e successivamente recarsi negli uffici di corso Milano per la sottoscrizione del documento davanti all'avvocato e a due testimoni.
Ci rammarichiamo che analoga iniziativa non abbia potuto realizzarsi in forma unitaria tra i diversi soggetti che in città si battono da anni per il medesimo obiettivo, in attesa che in Comune prevalga il senso del dovere, e ci si convinca a bypassare i diktat della Curia.
Il nostro circolo al riguardo ha emesso il seguente comunicato:

BIOTESTAMENTO: UNA BATTAGLIA DI CIVILTA'
Lodevole sasso nello stagno quello gettato dalla Chiesa metodista valdese di Padova , che con autorevolezza attiva da questo mese uno sportello per il deposito delle direttive anticipate di trattamento, dedicato ai cittadini che volessero stipularle.
Non siamo sorpresi dal pragmatismo laico dei promotori, che conosciamo anche per aver condiviso punti di vista in altri contesti (sulla necessità di una scuola laica e sulla presenza dei simboli religiosi nei luoghi istituzionali, ad esempio).
E' un'iniziativa al servizio della città che, ricordiamolo, sopperisce alla pavidità dell'amministrazione comunale, ingessata nel gioco degli equilibri interni, incapace a tutt'oggi di trovare il coraggio per dare adempimento alla volontà limpidamente trasversale dei cittadini, chiaramente espressa nei sondaggi e con le centinaia di firme raccolte in varie tornate, giacenti nei cassetti di palazzo Moroni.
E questi sviluppi dimostrano una volta di più che non è necessario essere “convinti laicisti”, come i sottoscritti, per portare concreto rispetto per le scelte individuali, a maggior ragione quando queste hanno a che fare con i momenti più difficili e dolorosi che si manifestano in una vita umana.
A ben vedere, una semplicissima questione di sensibilità democratica.
Circolo UAAR di Padova

3 – Compagnia delle Opere
Dieci dirigenti della Compagnia delle Opere, legati ai vertici di Comunione e Liberazione, sono stati rinviati a giudizio dal GUP di Padova Vittorio Sgubbi, con l’accusa di truffa aggravata relativa all’organizzazione di corsi di formazione finanziati dall’Unione Europea tramite la Regione Veneto e il ministero del welfare. Gli imputati sono accusati di aver emesso fatture false o gonfiate in relazione a prestazioni mai avvenute: l’entità della truffa ammonterebbe a 560 mila euro.

4 – Questione di ore
Sarà finalmente resa nota entro questo mese la decisione assunta, già nel giugno scorso, dalla Grande Camera della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo in relazione al ricorso presentato dal Governo italiano alla sentenza del 3 novembre 2009, che condannava la presenza dei crocifissi nelle aule scolastiche.
C'è grande attesa, anche a livello internazionale (sono 47 i paesi che fanno parte del Consiglio d'Europa) per le ricadute che potranno verificarsi, a cascata, su tante altre battaglie di contenuto laicista.
Essendo stata la sentenza del 2009 molto trasparente nel motivare l'accertamento della violazione subita dai ricorrenti, riesce difficile ipotizzare qualcosa di diverso dalla conferma del primo pronunciamento.
Per approfondire tutti gli aspetti della questione , segnaliamo una serie di domande/risposte (faq), che tocca tutti i punti solitamente dibattuti: http://tinyurl.com/6jk32bb

5 – L'Ateo
E' uscito il n. 1/2011 de L'Ateo, il bimestrale dell'associazione diretto da Maria Turchetto.
L'abbonamento è compreso nella quota associativa, oppure vi si può dar corso al costo di 15 euro:
http://tinyurl.com/6d6ra9y
E' inoltre in vendita a Padova alla libreria Feltrinelli, e in consultazione all'emeroteca di via Acquapendente e al Punto Informagiovani del Centro Culturale Altinate.
In provincia è presente nelle biblioteche di Abano Terme, Cadoneghe, Ponte San Nicolò e Rubano.
Tutti i numeri fino al 2008 sono scaricabili online: http://tinyurl.com/6bps79z

6 – Ingerenze e bunga bunga
Sponsorizziamo un intervento del nostro segretario: http://tinyurl.com/6alt6t3

7 – Il buco e la voragine
Qualche settimana fa abbiamo segnalato il grido di dolore dell'arciprete di Cittadella che ha denunciato un buco nel bilancio della parrocchia di due milioni e mezzo di euro, tra debiti nei confronti delle banche e quelli verso i fornitori.
Un mese di raccolta fondi tra i fedeli sembra abbia portato in cassa 180.000 euro tra offerte e prestiti.
Seguiamo la vicenda perché, risultando ben lontano l'appianamento dei conti, e non volendo l'arciprete mettere in vendita le proprietà immobiliari, prevediamo si paleserà a breve qualche provvidenziale Robin Hood, magari nelle vesti di assessore regionale.

8 – Carnevale di maggio
Nei giorni scorsi è stata diffusa via internet (Corriere.it, La Stampa.it ed altri) la notizia che la sartoria X Regio di Treviso (già fornitrice di papa Woytjla) aveva mandato una lettera a Zaia, presidente della regione, e a Muraro, presidente della provincia di Treviso e dell'Unione regionale province venete. Vi si chiedeva di dare «un segno tangibile di vicinanza al Santo Padre». e di finanziare con 290.400 euro, iva inclusa, "le vesti liturgiche che saranno utilizzate durante la celebrazione della santa messa al Parco San Giuliano di Mestre,
domenica 8 maggio". 
Il preventivo è molto dettagliato. Casula, mitra, dalmatica pontificale e quattro dalmatiche per i diaconi celebranti: 32 mila euro. Mitra, casula, croce pettorale, camice, amitto e cingolo per gli ottanta vescovi: 105 mila euro. Stole dritte per i mille sacerdoti, per metà celebranti e per metà addetti alla Comunione: 70 mila euro. Duecento stole diaconali traverse per i duecento diaconi: 14 mila euro. Cotte per i 500 chierichetti: 21 mila euro. 
La conferenza episcopale del Triveneto, in un comunicato stampa, ha affermato che nessuno è autorizzato a chiedere soldi se non l'apposito comitato presieduto dal mons. Beniamino Pizziol, vicario generale del patriarcato di Venezia.
Insomma, quella dei sarti sarebbe un'iniziativa personale. Quella che non viene smentita è la prassi in uso in queste occasioni (finanziamento di tutti gli aspetti dell'evento da parte delle amministrazioni pubbliche), e …. che quelli siano i costi correnti di quei capi di vestiario. 
Stupenda la chiosa dei due sarti che precisano che “la presente si è posta in continuità storica con tutte le passate iniziative”, e “di non aver mai inteso chiedere denaro per pagare le vesti liturgiche” (giammai... che volgarità!) ma “di aver soltanto sottoposto i preventivi massimali ed interlocutori, calibrati sui parametri di eccellenza tipici di detta sartoria, da cui trarre iniziativa per un eventuale dono....” Esilarante. 
Ma la farsa in queste occasioni capita si mescoli anche alla tragedia: la visita del prof. Ratzinger in Gran Bretagna a settembre è costata 10 milioni di sterline (stima BBC). Di questi, 1,85 milioni sono stati sottratti al bilancio del DFID, il dipartimento incaricato di gestire gli aiuti economici ai paesi in via di sviluppo.

9 – Concorso scolastico
Un concorso scolastico nazionale per studenti delle scuole di ogni ordine e grado è stato promosso dal comitato organizzativo del Congresso Eucaristico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana, che si terrà
ad Ancona dal 3 all’11 settembre, e che verrà abbondantemente sostenuto con risorse pubbliche, essendo rubricato nella categoria “grandi eventi”.L’iniziativa è patrocinata dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. 
Il concorso intende favorire percorsi di elaborazione sul tema “Eucarestia e Vita. La meraviglia del quotidiano: Il mistero eucaristico offre un contributo alla comprensione di varie dimensioni della vita umana (affettività, fragilità, lavoro e festa, tradizione, cittadinanza)”. 
L'oscenità è perfezionata con la presenza, nei comitati che valuteranno gli elaborati, di “dirigenti degli USR o loro delegati”.

10 – La forza della fede
E' ben rappresentata dalle nostre parti una particolare componente della galassia cattolica che ha, tra le sue varie caratteristiche, anche quella di dare origine a famiglie numerose.
I primi posti in un'ipotetica classifica sono tutti da loro saldamente presidiati.
Nei giorni scorsi in un paese della provincia è stato stabilito il record provinciale essendo nato il quattordicesimo pargolo di una coppia, con evidenza, efficiente e affiatata. Dicono le cronache che la
madre ha poco più di 40 anni e ha iniziato questa impegnativa trafila due decenni fa (nessuna gravidanza gemellare; grazie a Dio?). Dicono anche, ma non ce n'era bisogno, “che tutti e 16 vivono gli insegnamenti della catechesi affidandosi alla provvidenza”.
Auguroni.

11 - Suicidio omeopatico
Si è svolto lo scorso weekend in vari Paesi la 10:23 Challenge 2011: http://tinyurl.com/y8m5zco
La campagna è nata in Inghilterra lo scorso anno per protestare contro una catena di farmacie, la Boots, che aveva deciso di cominciare a vendere i farmaci omeopatici dopo anni di opposizione. 
L'iniziativa è stata importata in Italia dal Cicap. Al motto di “Omeopatia, non c’è niente dentro”, gli scettici hanno trangugiato le pasticche omeopatiche e lo hanno fatto alle 10:23, ora che rappresenta il numero di Avogadro, in un simbolico gesto estremo che dovrebbe sensibilizzare la popolazione sull’inesistenza di molecole di principio attivo in quel tipo di rimedio.

12 – Aprire la mente 2
Il Centro Buddhista Tara Cittamani organizza a partire dal 10 febbraio una serie di incontri con il ven. Geshe Ngawang Sangye su: "Istruzioni su come meditare sul lam rim" e "Introduzione al tantra".
Programma completo: http://tinyurl.com/6e8w4og

13 – Araldica
Se avessimo frequentazioni con qualche divinità la prima cosa che faremmo sarebbe ringraziare per essere nati in un Paese di così grandi risorse, ma soprattutto popolato da gente seria, inappuntabile, rigorosa.
Pensate che il nostro primo ministro, in questi giorni, pur così impegnato , ha trovato modo per emanare un decreto sulle “competenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di onorificenze pontificie e araldica pubblica e semplificazione del linguaggio normativo”. 
Lo scopo del provvedimento è di “aggiornare il linguaggio utilizzato per l’autorizzazione all’uso nel territorio
nazionale delle onorificenze pontificie e per l’istruttoria relativa all’araldica pubblica”. 
Nel testo si può leggere che “le autorizzazioni a fregiarsi delle onorificenze degli Ordini equestri della Santa Sede e dell’Ordine equestre del Santo Sepolcro sono concesse a cittadini italiani con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e diploma di avvenuta autorizzazione a cura dell’Ufficio onorificenze e araldica,
previo invio da parte dell’interessato alla Prefettura di competenza dei documenti indicati nell’articolo 7″.
Ma lo meritiamo tutto ciò?
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per contatti: padova@uaar.it
 www.uaar.it/padova
 cell. 377-2106765

Per sostenere economicamente il circolo: - Carta Superflash di Cassa Risparmio Veneto n. 5342 0704 0014 1833  intestata a Marullo Stefano – cassiere pro tempore – Cooordinate Iban: IT90 E062 2567 6845 1030 2534 230

- Carta Postepay di Poste Italiane n. 4023 6004 7464 2743 intestata a Ferialdi Marco – coordinatore pro tempore.

N.B.: E' bene ci segnaliate tramite e-mail o sms l’avvenuto versamento.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Hai ricevuto questo messaggio in quanto sei iscritto al gruppo Google "uaarpadova", la mailing list informativa del Circolo UAAR di Padova. Riceverai pochi messaggi, in genere solo gli avvisi importanti. Per iscriversi basta spedire un'email a uaarpadova-subscribe@googlegroups.com
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo, invia un'email a uaarpadova-unsubscribe@googlegroups.com
Per altre opzioni e per leggere l'archivio, visita il gruppo: http://groups.google.it/group/uaarpadova