Crea sito

Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti
Circolo di Padova
Newsletter n. 9 - 06/06/2011

 

 

Sommario

  1. Assemblea annuale

  2. Laik-a Music

  3. Seggi e crocifissi

  4. Festival Asu

  5. Convegno Genova

  6. Pubblicità Cei

  7. Scuole paritarie 

  8. Vigili urbani

  9. Circoncisione

  10. Il ridicolo/1

  11. Il ridicolo/2

  12. Quanto sei cattolico?

  13. Words Engraved

  14. Tre messia



1 – Assemblea annuale

Come di prassi, secondo le norme statutarie associative è stata convocata l'assemblea annuale dei soci per il rinnovo degli incarichi di coordinatore e cassiere e la programmazione delle prossime iniziative. Da quest'anno si procederà all'elezione anche di un attivo di circolo, per formalizzare la collegialità della gestione dell'attività anche a livello locale. L'appuntamento, per sabato 11 giugno, viene illustrato dall'editoriale presente attualmente nella home page del sito http://uaar.it/padova
Al termine dell'assemblea ci sarà una cena sociale, a ispirazione magrebina, aperta ai simpatizzanti; per prenotazioni potete chiamare il 3772106765.

2 – Laik-a Music
Venerdì 3 giugno, al Forte Carpenedo di Mestre, il “Gruppo Giovani” del circolo UAAR di Venezia ha messo in scena la prima edizione di “Laik-a Music”, inedito evento multiforme di musica e parole all’insegna della lotta per la laicità dello Stato. Ha introdotto l’evento Tiziana Agostini, assessora alla Produzione Culturale del Comune di Venezia. Sul palco del Forte si sono alternati sei gruppi musicali che hanno spaziato in tanti generi, dal metal al rock, dal rap all’hip-hop. Nell’ordine si sono esibiti: Primo Vespere, Street Style Crew, Paolo Ferrarini, Boozerclams, 4Rooms Family & Nadbeatz, Sigillum.

3 – Seggi e crocifissi
In occasione dei referendum del 12 e del 13 giugno l’UAAR ripropone il suo invito a soci, simpatizzanti e cittadini a compiere un piccolo gesto civico, chiedendo loro, laddove trovino un crocifisso affisso nei seggi elettorali, di chiederne la rimozione. Il vademecum con tutte le istruzioni è pubblicato sul nostro sito.


4 – Festival Asu
Ringraziamo i giovani amici dell'Asu – Associazione studenti universitari - per averci permesso di tenere un tavolo informativo al loro Summer Student Festival, giunto ormai alla X edizione. Una bella occasione di confronto con la fascia di cittadini maggiormente interessata ai mutamenti sociali in atto e alla difesa dei diritti civili individuali ormai costantemente messi in discussione.

5 – Convegno Genova
È stato completato il caricamento online delle registrazioni video delle conferenze tenutesi tre settimane fa a Genova nell'ambito del convegno internazionale "In un mondo senza Dio", organizzato dall'UAAR con la Federazione Umanista Europea. L'intero album comprendente tutte e sei le registrazioni è accessibile direttamente da questa pagina sulla piattaforma Vimeo.
Il primo filmato si riferisce alla conferenza “Le basi morali in un mondo senza Dio” con Telmo Pievani e Giulio Giorello, e moderata da Raffaele Carcano: la cornice è quella del
Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale. La stessa sala ha ospitato anche la conferenza del secondo giorno dal titolo “Pensare ed agire in un mondo senza Dio”, divisa in due parti distinte: nella prima parte modera Raffaele Carcano e relazionano Gilberto Corbellini e Simone Pollo, nella seconda parte il moderatore è Andrew Copson e i relatori sono Valerio Pocar e Anthony C. Grayling. 
Due video distinti (
prima e seconda parte) anche per il workshop “L'etica della responsabilità sull'assistenza morale non confessionale”, a numero chiuso perché rivolto ad un pubblico ristretto e svoltosi nella piccola Sala delle Letture scientifiche di Palazzo Ducale; modera Isabella Cazzoli e gli ospiti sono Laura Balbo, Carlo Flamigni e Freddy Boeykens. 
Rivolto al grande pubblico è invece l'
evento conclusivo “Vite senza Dio”, condotto da Valerio Pocar e con Margherita Hack e Nicola Piovani come ospiti, che quindi ha richiesto l'impegno di una sala decisamente più capiente: il teatro Politeama Genovese.


6 – Pubblicità Cei
Abbiamo ricevuto negli ultimi giorni diverse segnalazioni riguardo l'invio massiccio di e-mail contenenti l’invito della Conferenza Episcopale Italiana a indicare la Chiesa cattolica come destinataria dell’Otto per Mille sulla dichiarazione dei redditi. In particolare, il messaggio sarebbe pervenuto a chi ha sottoscritto petizioni su Firmiamo.it, a chi effettua la raccolta punti di CamaLeo e a chi segue le “promozioni infinito”. La pubblicità ricevuta ha come oggetto “8xmille per la trasparenza. Se non ci credi, chiedilo a loro”. Diversi navigatori sottolineano come il sito linkato non presenti invece alcun dettaglio dell’impiego dei fondi raccolti, ma solo degli “esempi”, puntando quindi sull’attitudine di molti a generalizzare.
Un inserto del sito è tra l'altro dedicato alle Cucine Economiche Popolari di Padova, facendo parlare i (meritevoli) volontari e le suore che vi lavorano. Piacerebbe sapere, giusto per quantificare l'apprezzamento della Cei per questa struttura, quanti sono in concreto gli euro messi a bilancio provenienti dalla raccolta 8 per mille, magari a fronte di quelli versati dal Comune di Padova.
L’iniziativa pubblicitaria della CEI fa parte della nuova strategia di marketing lanciata dopo il calo di firme in favore della Chiesa cattolica, e che comprende altri progetti come il concorso
iFeelCud

7 – Scuole paritarie
La Giunta regionale del Veneto ha approvato una deliberazione con la quale  eroga per il 2011 alle scuole d’infanzia non statali, in buona parte di matrice cattolica, 14,5 milioni di euro (comunicato stampa n. 858 del 10/5/2011). Dice l'assessore Sernagiotto che le scuole paritarie accolgono  l’80% dei bambini veneti tra i 3 e i 6 anni. Ma non dice che molti bambini vengono iscritti alla scuole d'infanzia parrocchiali perché non ci sono alternative. In molte zone del Veneto la chiesa cattolica ha il monopolio, perché pone molta attenzione all'indottrinamento ed al reclutamento infantile. Dice Sernagiotto che "il ‘costo’ per bambino in una scuola non statale paritaria è di 2800 euro l’anno"; partendo da questo presupposto, sta lavorando con la cattolica Fism (Federazione Scuole Materne) ad un progetto: nel giro di due anni il governo dovrebbe assegnare "un ‘buono bambino 3-6 anni’ di 2.800 euro per le scuole d’infanzia paritarie". Abbiamo fatto un calcolo: 94.000x2.800= 263.200.000. Nel Veneto si passerebbe da un contributo di 14,5 milioni di euro ad uno di 263,2 milioni di euro. Il contributo sarebbe moltiplicato per 18 volte. Le parrocchie innalzeranno uno striscione: "Sernagiotto santo subito".

8 – Vigili urbani
Domenica 8 maggio in servizio a Mestre in occasione della visita papale c'erano anche ventidue vigili urbani di Padova. La delibera di giunta firmata dall'assessore Carrai precisa che gli agenti avrebbero partecipato su base volontaria e che le spese sostenute per la corresponsione del trattamento economico agli operatori, nonché per l'utilizzo dei mezzi propri impiegati saranno a carico del Comune di Venezia. Speriamo.

9 Circoncisione
Sulla cronaca di un quotidiano locale la notizia che un bambino di pochi mesi ha rischiato la vita in seguito ad un'emorragia per una circoncisione rituale con motivazione religiosa fatta in un'abitazione di un paese della provincia. Dando per scontato che genitori e macellaio operante saranno sottoposti a procedimento giudiziario, cosa che il quotidiano non precisa, rileviamo che questa pratica, priva di motivazioni terapeutiche ma con altre totalmente irrazionali, rappresenta pur sempre un intervento irreversibile sul corpo di un minore, ed è addirittura offerta dal servizio pubblico nostrano. Sembra a pagamento, contrariamente ad altre città dove è anche a carico della collettività.
E' incredibile in quanti modi si esprima l'attuale subalternità dei principi civili nei confronti delle religioni. Non ci si rende conto che perfino ai cani oggi non è più possibile tagliare coda ed orecchie. "Sarà perché tempo fa ad un tale, di prepuzi, ne asportarono senza problemi una quindicina... :-)  "


10 – Il ridicolo/1
Crediamo che avere un pizzico di senso del ridicolo sia una grande dote; per tutti, ma in particolare per un personaggio pubblico, a maggior ragione se rappresentante istituzionale.
Nei giorni scorsi una nuova strada è stata inaugurata a Favaro Veneto, nell'entroterra di Venezia. Presente anche l’assessore regionale ai lavori pubblici Renato Chisso , che tuttavia si è rifiutato sia di tagliare il nastro, sia di apparire nella fotografia ufficiale. Chisso, scrive la Nuova Venezia, ha lamentato il fatto che “manca il prete, non si può inaugurare un’opera senza la benedizione”. Per cui, prendete nota: se avete un navigatore satellitare.... via Vallenari.... Mestre.... “strada molto atea secondo il verbo dell'assessore Chisso”

11 –
Il ridicolo/2
Nella vicenda riguardante un sacerdote accusato di abusi sessuali su minori uscita in questi giorni spicca la posizione espressa da alcuni genitori del luogo, che alla Chiesa cattolica non avrebbero altro da chiedere che …. la ripetizione del rito del battesimo sui propri figli a suo tempo officiato dal prete-imputato.

12 –
Quanto sei cattolico? 
Avevamo già segnalato il sito http://quantosei.cattolico.info/
Quasi ventimila navigatori hanno sinora completato il test lanciato un mese fa. Questi i risultati, profilo per profilo: 12.583 Incredulo, 3.688 Spiritualista, 1.939 Protestante, 1.014 Cattolico, 634 Super-cattolico. Oltre diecimila persone hanno inoltre consultato la pagina con le risposte “corrette” (secondo il Catechismo).

13 – Words Engraved
Due bei video ispirati ai principi umanisti: 
http://www.youtube.com/user/WordsEngraved#p/u/6/pNNUdek56DU
http://www.youtube.com/user/WordsEngraved#p/u/1/gIA346XA_tQ

14 – Tre messia
Il sito di Repubblica riporta la notizia della ripubblicazione, negli USA, del libro “I tre Cristi di Ypsilanti”, che riguarda un celebre esperimento messo a punto dal dr. Milton Rokeach, dell’ospedale pubblico di Ypsilanti, Michigan, il quale riunì nel luglio 1959 nella stessa stanza tre uomini, affetti da schizofrenia paranoica, che credevano di essere ciascuno il Messia. Dopo due anni di esperimento con infinite dispute tra i tre e anche una scazzottata, il medico si arrese perché ognuno rimase convinto di essere Gesù di Nazareth (uno arrivò a dire che poteva dimostrarlo dal certificato di nascita). Il resoconto con le trascrizioni dei dialoghi tra i sedicenti messia e il medico è contenuto in questo libro ristampato, che all’epoca fu un successo editoriale. La storia ispirò anche una sceneggiatura cinematografica ed un’opera teatrale.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per contatti: 
padova@uaar.it
www.uaar.it/padova
cell. 377-2106765

Per sostenere economicamente il circolo: 
- Carta Superflash di Cassa Risparmio Veneto n. 5342 0704 0014 1833  intestata a Marullo Stefano – cassiere pro tempore – Cooordinate Iban: IT90 E062 2567 6845 1030 2534 230
- Carta Postepay di Poste Italiane n. 4023 6004 7464 2743 intestata a Ferialdi Marco – coordinatore pro tempore.

N.B.: E' bene ci segnaliate tramite e-mail o sms l’avvenuto versamento.