Crea sito

Circolo UAAR di Padova, Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, www.uaar.it/padova/

Video

Italia assolta: il crocifisso resta in aula

Deludente l'esito del ricorso promosso dal governo italiano presso la Grand Chambre della Corte Europea dei Diritti Umani di Strasburgo.

La sentenza di primo grado che dava ragione ai nostri soci di Abano Terme, stabilendo che la presenza del crocifisso alle pareti della aule scolastiche italiane lede il diritto di educare i propri figli secondo il proprio convincimento, è stata totalmente ribaltata nel procedimento di secondo grado che, invece, sentenzia che il diritto di esporre il crocifisso rientra nel cosiddetto margine di discrezionalità riconosciuto agli stati membri, che non vi è alcuna prova del condizionamento subìto dagli studenti a causa della presenza del simbolo cattolico, e che comunque ciò non è accompagnato da un insegnamento "obbligatorio" di una religione o dal divieto di indossare "tenute a connotazione religiosa" (quindi, a parere della corte, la laicità è salva).

Video della conferenza stampa presenti Massimo Albertin, in rappresentanza della famiglia che ha avviato l’azione giuridica, e Raffaele Carcano, segretario nazionale dell’UAAR, che l’ha promossa e sostenuta. Abano Terme 18/03/2011.